Benjamin Appl | Graham Johnson

16|02

11h | Palazzo Mercantile € 20 | ridotto € 5-10*

*

Benjamin Appl | baritono
Graham Johnson | pianoforte
‹Lieder dell’  Oriente›
di FRANZ SCHUBERT, JOHANNES BRAHMS, ROBERT SCHUMANN, HUGO WOLF, PETER CORNELIUS, RICHARD STRAUSS

Benjamin Appl | Graham Johnson

© Lars Borges_Sony Classical

ripetizione (vedi anche 15/02 ore 20)

Benjamin Appl era un affermato economista aziendale quando volle mettersi in gioco studiando canto con risultati strabilianti. Come "ultimo allievo di Fischer-Dieskau" e attualmente della massima autorità nel campo del Lied, Christian Gerhaher, il baritono Benjamin Appl è alfiere di un'arte che rischia gradualmente di svanire: l'interpretazione liederistica. Appl proviene dai Regensburger Domspatzen, ha studiato alla Juilliard School di New York e a Londra con Rudolf Piernay, l'ex insegnante di Bryn Terfel. È stato ispirato dall'approccio interdisciplinare tipico britannico, inclusivo di tutte le discipline di studio, rafforzando in lui l’opinione che i cantanti britannici sono meglio preparati ad affrontare la carriera rispetto ai cantanti tedeschi. Tuttavia Benjamin Appl ha preso l’ultimo treno riuscendo a studiare con uno dei corifei della scuola tedesca: Dietrich Fischer-Dieskau. "Sono rimasto molto impressionato da Fischer-Dieskau, dalla serietà con cui si può e si deve affrontare e studiare a fondo una cosa prima di poterla presentare in maniera adeguata".
Oltre ai numerosi concerti, ha pubblicato cd con Graham Johnson e Malcolm Martineau – due dei migliori accompagnatori di Lied del nostro tempo. Appl è critico verso il successo: "Esteriormente spesso tutto funziona bene, interiormente meno. Come giovane cantante ottengo un sacco di lodi premature. Ma più faccio concerti, più aumentano le aspettative e la pressione". Forse gli è di aiuto trovare sempre un giusto sfogo con la musica pop come quella di Robbie Williams.
Il programma del 15 e 16 febbraio 2019 a Bolzano, nella magnifica sala del Palazzo Mercantile si intitola „Lieder des Orients“ (Canzoni d'Oriente) e comprende Lieder di Franz Schubert, Johannes Brahms, Robert Schumann, Hugo Wolf, Peter Cornelius e Richard Strauss.