Hungarian Chamber Orchestra

14|04

18h | Conservatorio
€ 30 | ridotto € 10-15*

* < 26 Jahre, 4Family (siehe Informationen)

Ramón Ortega Quero | oboe
Hungarian Chamber Orchestra
Béla Bánfalvi | primo violino

Béla Bartók: Divertimento per archi, Sz 113
Alessandro Marcello: Concerto per oboe e orchestra in re min.
Zoltán Bánfalvi (*1979): Hungarian Fantasy
W. A. Mozart: Concerto per oboe e orchestra in do magg. KV 314
Joseph Haydn: Sinfonia n. 43 in mi bem. magg. Hob I: 43


Hungarian Chamber Orchestra

© Steven Haberland

L’Orchestra da camera ungherese fondata nell’ottobre del 2011 riunisce musiciste e musicisti della giovane generazione ungherese di ampia notorietà. Fondatore e membro dell’orchestra è Béla Bánfalvi, per tanti anni membro del Quartetto d’archi Bartók di fama internazionale. Kristóf Baráti, premiato al concorso Paganini di Mosca e al Concorso Queen Elisabeth di Bruxelles (per la Società dei Concerti di Bolzano ha suonato in passato Sonate di Beethoven per violino e pianoforte), è naturalmente il direttore artistico dell’orchestra. L'orchestra sarà a Bolzano il 14 aprile insieme all'oboista spagnolo Ramón Ortega Quero. Ramón Ortega Quero ha vinto nel 2007 il Concorso dell'ARD. L'anno successivo fu nominato oboe solista dell’orchestra sinfonica della radio bavarese diretta da Mariss Jansons dove collabora regolarmente con direttori di fama mondiale quali Riccardo Muti, Herbert Blomstedt, Sir Colin Davis, John Eliot Gardiner, Daniel Barenboim e Bernhard Haitink. Il programma del concerto prevede il Divertimento di Bartok, Concerti per oboe e orchestra di Alessandro Marcello e W. A. Mozart, l’Hungarian Fantasy di Zoltán Bánfalvi e la Sinfonia in mi bemolle maggiore n. 43 di Joseph Haydn.