István Várdai | Enrico Pace

23|11

20h | Conservatorio € 20 | ridotto € 5-10*

*

István Várdai | violoncello
Enrico Pace | pianoforte
JOHANN SEBASTIAN BACH : Suite per violoncello n. 6 in re magg. BWV 1012
BÉLA BARTÓK : Rapsodia n. 1 per violoncello e pianoforte Sz. 88
JOHANNES BRAHMS : Sonata per violoncello e pianoforte n. 1 in mi min. op. 38

István Várdai | Enrico Pace

© Balázs Böröcz

Il violoncellista István Várdai, nato in Ungheria nel 1985, è stato premiato in numerosi concorsi internazionali. Ha già vinto per tre volte il Concorso Internazionale di Musica David Popper a Budapest. Nel 2006 ha vinto il primo premio al Concorso Internazionale Johannes Brahms di Pörtschach. È stato premiato anche al Concorso Internazionale Čajkovskij 2007, al Concorso di Ginevra 2008 e nel 2014 ha vinto il primo premio al Concorso Musicale ARD di Monaco di Baviera. István Várdai suona un violoncello Montagnana del 1720 e il leggendario Stradivarius "Ex Du Pré-Harrell" del 1673. Da ottobre 2013 è docente incaricato alla Kronberg-Academy. Nel semestre autunnale 2017/2018 István Várdai è stato nominato docente di violoncello alla Staatliche Hochschule für Musik und Darstellende Kunst di Mannheim. Il 23 novembre 2018 István Várdai eseguirà a Bolzano la Suite per violoncello n. 6 di J. S. Bach, la prima Rapsodia per violoncello e pianoforte di Bartok (1928) e la Sonata per violoncello n. 1 op.38 di Brahms. Suo partner pianistico sarà Enrico Pace, un musicista di grande versatilità che si esibisce con grandi direttori e orchestre ma che ha particolarmente a cuore la musica da camera.